BOLZANO: IL MOVIMENTO GAY ARRUOLA MINORI PER LA PROPAGANDA GENDER

Il circolo di Bolzano de “La Manif Pour Tous Italia” esprime la sua preoccupazione nell’apprendere la promozione del progetto “peer education” dell’associazione “Centaurus”, il locale circolo Arcigay, con la collaborazione del Comune di Bolzano ed il finanziamento di altri enti pubblici fra i quali anche la Provincia Autonoma di Bolzano. Si legge dal sito internet […]

0

LA CURIA DI MILANO E L’IDEOLOGIA GENDER: CRONACA DI UNA DITTATURA IN CORSO

Negli ultimi anni, a seguito dell’adozione governativa della “Strategia nazionale contro le discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale e l’identità di genere” (2009), si sono moltiplicati i finanziamenti pubblici per l’introduzione nelle scuole – dagli asili nidi alle superiori – di progetti presentati come “contro le discriminazioni”, “contro il bullismo”, “contro l’omofobia”, “contro gli stereotipi di genere”, […]

0

SALVAGUARDARE I BAMBINI DALL’INDOTTRINAMENTO GENDER

Nelle Scuole Italiane, come nei maggiori Paesi d’Europa, stiamo assistendo alla progressiva approvazione di progetti che ricalcano un vero e proprio indottrinamento alla gender-theory, un costrutto ideologico orientato a promuovere l’indifferentismo sessuale (decostruzione del genere maschile e di quello femminile) e incentivare l’affettività e la sessualità, sin dall’infanzia, in ogni fase dello sviluppo del fanciullo […]

0

VOGLIONO ROTTAMARE LA FAMIGLIA

Tutto comincia e dipende dal matrimonio. Questa lezione storica emerge dalle vicende degli Stati sedicenti “progrediti” che iniziarono anni fa a smantellare il diritto di famiglia a colpi di ideologia gender e si ritrovano ora a dover regolare l’ingigantirsi imponderabile del Frankenstein che ne è uscito: un mostruoso mercato dell’umano. Banche del seme, ovuli in […]

0

ALTERARE IL MATRIMONIO DISTRUGGE LA FAMIGLIA

Pubblicato il 27 luglio 2014 su “Bologna Sette” di Avvenire Da lunedì scorso anche a Bologna è possibile registrare “matrimoni” contratti all’estero da coppie di persone dello stesso sesso. Lo ha deciso il sindaco Virginio Merola, che ha presentato la novità come un segnale di progresso e civiltà, ricevendo il plauso scontato delle associazioni del movimento gay. Com’è noto, però, l’ordinamento italiano, per espressa statuizione della Costituzione, non […]

0

Per la libertà di opinione.